fbpx

La curcuma: un pieno di vitamina C

Il cambio di stagione è il periodo ideale per parlarvi di una delle piante più amate e più discusse di questi ultimi due anni, che a mio parere rimane una delle maggiori fonti di scoperte nel mondo del benessere naturale.
La Curcuma Longa è una pianta della famiglia delle zingiberacee, la stessa dello zenzero, che ci arriva dall’Asia Mediorientale, dall’India in particolare, luogo in cui è da sempre considerata una dei rimedi terapeutici più efficaci per la medicina ayurvedica.
Da secoli viene usata come rimedio nella medicina tradizionale per le sue innumerevoli proprietà e benefici, come alimento e nutrimento fondamentale nella filosofia yogi, come dono prezioso nei rituali religiosi, come colorante alimentare nelle miscele di spezie e come tintura tessile nella tradizione popolare.
Oggi più che mai la radice della curcuma è oggetto di studi di ricerca scientifica in ambito medico, farmaceutico e fitoterapico a livello mondiale e questo conferma il potere benefico che ha sull’organismo umano.
Nei laboratori fitoterapici si formulano prodotti erboristici e integratori alimentari a base di Curcuma Longa sempre più concentrati ed efficaci.

Potrai presto trovare alcuni di questi prodotti nello shop di questo sito, nella sezione dedicata agli integratori alimentari, insieme alla polvere di curcuma e al rizoma in taglio tisana.

 

La bellezza di studiare le piante è che non smettono mai di stupirci.

Dobbiamo pensare alla pianta come ad un organismo vivente che ha caratteristiche simili ad ogni altro organismo in grado di respirare e creare energia. Ogni singola pianta contiene miliardi di cellule, ognuna creata per svolgere una funzione specifica e, in sinergia con tutte le altre cellule, cerca di mantenere l’equilibrio, l’omeostasi della pianta. Le molecole che compongono le foglie avranno caratteristiche chimico-fisiche diverse dalle molecole che compongono i rami, che a loro volta saranno diverse rispetto a quelle della corteccia, del fusto e delle radici.

Nella radice della curcuma sono racchiuse centinaia di molecole chimiche preziosissime in grado di regolare funzioni importanti nel nostro organismo, che sono tutt’ora sotto la lente di ingrandimento dei più grandi laboratori di ricerca del mondo. Gli studi ci forniscono ogni giorno nuove informazioni sui grandi benefici che la curcuma ha sul nostro organismo e sui meccanismi che li attivano, coadiuvando processi vitali importanti.

 

Vi presento la molecola principale che ci interessa per le sue proprietà farmacologiche: LA CURCUMINA.

È un flavonoide, un particolare tipo di polifenolo che ha delle proprietà incredibili.
I flavonoidi sono famosi per le loro proprietà antiossidanti e antinfiammatorie: proteggono le cellule del nostro organismo, tutti i tipi di cellule, dall’invecchiamento e dallo stress ossidativo. Quando una cellula inizia a perdere energia e vitalità mette in atto un processo infiammatorio per avvisare il sistema nervoso centrale che c’è qualcosa che non va. Da questa situazione apparentemente poco rilevante si generano tutti quei processi infiammatori che causano disturbi cronici: artrosi e artrite, colite, gastrite, persino la cellulite.

La curcuma ha effetti davvero straordinari dimostrati sul controllo delle infiammazioni croniche. Questo per l’elevata concentrazione di Vitamina C presente nella curcumina che vi ho presentato. La curcumina è in grado di inibire e di attenuare il processo infiammatorio, con la conseguente diminuzione del dolore, del gonfiore e dell’edema.

Entro nel particolare, mostrandovi gli effetti benefici che ha questa radice “d’oro”:

  • Ottimi risultati su dolori articolari e osteoarticolari, anche in associazione con artiglio del diavolo e boswellia
  • Incredibili risultati sul processo della digestione, anche in associazione con piante carminative: migliora la digestione in sé, migliora la classica sensazione di gonfiore dopo i pasti
  • Lavora in maniera straordinaria sulla sindrome da colon irritabile, in caso di stress in associazione con griffonia o passiflora: l’azione antinfiammatoria calma il dolore da colite
  • Svolge inoltre un’importante funzione sul fegato: gli antiossidanti presenti nella curcumina sono in grado di diminuire il contenuto di grasso nel fegato e i livelli di colesterolo, proteggendo il fegato
  • Ha importanti effetti benefici sull’epidermide di persone soggette a psoriasi e prurito cronico.
  • L’azione antinfiammatoria riguarda anche i dolori da ciclo mestruale
  • L’alta concentrazione di Vitamina C stimola la funzionalità del sistema immunitario

Dosaggi, assunzione ed eventuale applicazione sull’epidermide vanno bilanciati a seconda dal quadro clinico del paziente, dal suo stato infiammatorio e dallo stile di vita che conduce.

Vi lascio qualche idea che può esservi utile per introdurre la polvere e la radice di curcuma nella vostra alimentazione quotidiana, piatti semplici che potrete preparare velocemente ispirati agli stessi principi che sono alla base della filosofia yoga: consapevolezza, disciplina e intento.
Nella filosofia yoga anche il cibo è inteso come fonte di energia e nutrimento, nel completo rispetto dell’ambiente e dell’alimento stesso, dal momento della scelta, alla preparazione di un piatto equilibrato a livello di colori, sapori e nutrienti, al momento della degustazione.

 

Voglio darvi degli spunti per creare delle ricette tutte vostre, divertitevi e improvvisate!

Misto di spezie

Potete utilizzarlo per condire insalate e verdure cotte, e potete unirlo al sale fino per creare un sale aromatizzato.

per 200 gr

  • 50 gr di polvere di curcuma
  • 10 gr di cumino
  • 10 gr di coriandolo
  • 10 gr di semi di finocchio
  • 120 gr di pistacchi tostati

Salsa allo yogurt

Ideale per condire insalate e verdure crude.

  • 250 gr di yogurt di soja o cocco
  • un cucchiaino di acidulato di umeboshi
  • mezzo cucchiaino di polvere di curcuma

Sciogliere la curcuma nell’acidulato e unire successivamente allo yogurt.

Yogurt con curcuma e frutta fresca

Una ricetta per iniziare la giornata con l’energia che ci serve.

Per due persone

  • 500 gr di yogurt di soja o mandorla o cocco
  • 40 gr di miele
  • un paio di centimetri di radice fresca di curcuma sbucciata, grattugiata e lasciata riposare
  • un cucchiaio di succo di limone
  • frutta fresca di stagione

In una bowl preparare lo yogurt e guarnire con la frutta fresca, unire la radice di curcuma lasciata riposare nel succo di limone e miele a piacere.

 

La tua salute, naturalmente.

Impara a conoscere il tuo corpo e conducilo verso un percorso intimo prevenendo le cause dello stress e gli squilibri.
È il momento di dedicare del tempo alla cura profonda di te stesso.

Il Mirtillo Erboristeria

Via Dante Alighieri, 13 - Samarate (Varese)

Aperti il Lunedì dalle 15.30 alle 19.00 e dal Martedì al Sabato dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19

Pin It on Pinterest

Share This